cessione del quinto come si richiede

La cessione del quinto è un finanziamento facile da ottenere e particolarmente comodo, in quanto non bisogna versare autonomamente la cifra mensile da rimborsare ma questa viene automaticamente prelevata a monte dal proprio stipendio oppure dalla pensione. Come è possibile intuire dal nome stesso, la quota da rimborsare mensilmente non può superare il quinto del proprio stipendio o pensione: il valore della rata è quindi direttamente proporzionale.

Tutti i dipendenti statali e pubblici, italiani o stranieri residenti in Italia, possono richiedere la cessione del quinto. I requisiti prevedono un’età compresa tra i 18 e i 63 anni, la residenza in Italia e un lavoro a tempo indeterminato. Le cose cambiano leggermente nel caso in cui il richiedente il credito lavori presso una azienda privata, in quanto è necessaria una certa affidabilità dell’azienda per la quale lavorano.

I pensionati possono invece chiedere il finanziamento fino ai 79 anni e al momento della scadenza del prestito non devono comunque superare l’età di 85 anni. Inoltre bisogna stipulare una copertura assicurativa nel caso in cui sopraggiunga la morte prima dell’estinzione del prestito, per tutelare gli eredi. Infine, la pensione deve ammontare a  507,42€ al netto della quota cedibile.

Non possono invece richiedere prestiti con cessione del quinto tutti i lavoratori autonomi, indipendentemente da quanto guadagnano. Per poter accedere al credito è indispensabile possedere un documento d’identità valido, il codice fiscale, l’ultimo documento di reddito e poi la certificazione Unica, un tempo chiamata CUD.

È possibile estinguere il prestito anticipatamente in qualunque momento ed in qualsiasi circostanza.  Di norma invece, la somma concordata in precedenza sarà prelevata in modo automatico direttamente ogni mese dallo stipendio o dalla pensione di colui che ha richiesto il prestito.

Infine, è importante sottolineare che questo tipo di finanziamento si può richiedere anche se sono in corso altri prestiti, a patto che la situazione dei debiti sia giudicata compatibile con il pagamento mensile di un altro finanziamento.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *