Cessione del quinto lavoratori privati

I lavoratori che hanno un contratto di lavoro con aziende del settore privato, tra le varie forme di finanziamento disponibili possono accedere anche alla cessione del quinto dello stipendio. Questa forma di prestito è spesso richiesta da coloro che preferiscono una rata costante che viene detratta direttamente dallo stipendio, senza la necessità di dover pagare dei bollettini e ricordare quando si deve o meno versare la rata, e senza decurtazioni dal conto in banca. La cessione del quinto lavoratori privati è una forma di finanziamento che può essere richiesta in modo semplificato nelle banche, istituti finanziari e attraverso le finanziarie che operano online.

La cessione del quinto lavoratori privati: requisiti

La cessione del quinto per i lavoratori privati può essere richiesta solo se si hanno specifici requisiti che permettono dunque l’accesso al prestito. I requisiti richiesti per i lavoratori privati sono:

  • Un contratto a tempo indeterminato
  • Lavoro in azienda da almeno 12 mesi
  • Si deve lavorare per un’azienda con sede in Italia
  • L’azienda deve avere almeno 16 dipendenti
  • Non si devono avere prestiti attivi che superino già il 50% dello stipendio disponibile

Se si hanno tutti i requisiti richiesti, la banca richiede al lavoratore alcuni documenti. I principali sono: contratto di lavoro, le ultime due buste paga e un documento d’identità. Una volta prodotti tutti i documenti, la banca o finanziaria contatterà l’azienda per avere la conferma dei dati e procederà alla decurtazione del quinto dello stipendio.

Cessione del quinto lavoratori privati: come funziona

La cessione del quinto può essere richiesta per ogni tipo di necessità, come ad esempio l’acquisto di beni, consolidamento dei debiti, ristrutturazione, matrimonio, cerimonie, e liquidità. Con questa forma di prestito, in base allo stipendio percepito, è possibile richiedere sino a un massimo di 60 mila euro. La rata invece è costante, e prevede la decurtazione di un quinto dello stipendio. La durata del finanziamento infine può essere di massimo 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *